Associazione DidasCalabria
Torna alla Home
 
Approfondimenti
 
 
 

Educazione

E’ un operatore professionale previsto, tra l’altro dalla L.R. n. 32 del 03/11/1994 (Riordino del Servizio Sanitario Regionale). Il suo compito è di intervenire a favore di quelle persone che si trovano in situazioni di disagio, con problemi legati ad emergenze familiari, difficoltà di relazioni o problemi di devianza.
L’educatore si pone come scopo il benessere degli utenti mediante l’uso di tecniche ricreative, culturali ed aggregative. Nella pratica l’educatore deve fare di tutto per rendere l’utente attivo ed espressivo, capace di costruire comunicazioni e relazioni.
Per essere un bravo educatore, non basta possedere una solida formazione professionale. E’ necessario capacitarsi che ci si trova di fronte ad una persona “diversa” e impegnarsi nello sviluppo dei rapporti interpersonali. Occorre avere capacità empatica, saper vestire i panni di chi si ha di fronte e soffrire con lui per cercare di capire quello che prova, quello di cui ha bisogno, quello che desidera e che percezione ha degli altri e dell’ambiente che lo circonda.
Bisogna essere creativi per proporre iniziative originali, capaci di calamitare l’attenzione, ma soprattutto capaci di favorire la comunicazione e l’integrazione. E’ necessario essere dotati di grande sensibilità personale per permettere a chi “soffre” di vivere con più serenità la propria condizione.
L’educatore può proporre molteplici attività. Nelle situazioni riabilitative o nei casi di istituzionalizzazione, l’educatore darà un efficace contributo alla rimessa in moto delle funzioni psicologiche, relazionali ed operative compromesse. L’educatore deve puntare all’acquisizione del più alto grado di autonomia dell’utente affinché possa riprendere le proprie abitudini di vita e le proprie relazioni sociali. E’ importante ricordare che non è possibile che un educatore operi efficacemente e a lungo se opera da solo, senza essere parte di un equipe. L’educatore solitario oltre a essere poco credibile, è destinato ad avere breve durata.